Home | Casa | Consulta: bocciati i contratti a canone minimo

Consulta: bocciati i contratti a canone minimo

Affitti

Nella giungla del mercato affittuario arriva la sentenza che non ti aspetti. La Consulta boccia le super-sanzioni contro i proprietari degli appartamenti che affittano in nero. Da oggi gli inquilini non avranno più alcun beneficio nel denunciare il padrone di casa. La disposizione, 50/2014, della Corte Costituzionale dichiara illegittimo quanto prevedeva l’articolo 3 del decreto legislativo 23/2011, ossia: la possibilità dell’inquilino di registrare di propria iniziativa il contratto d’affitto presso un qualsiasi ufficio delle Entrate, beneficiando di un canone annuo pari al triplo della rendita catastale (importo che in genere è del 70-80% inferiore ai valori di mercato), con una durata di quattro anni rinnovabili di altri quattro.

Ma non finisce qui: gli effetti delle pronunce della Corte della costituzionale avranno potere anche per il passato. Pertanto, i contratti registrati dagli inquilini nel giugno del 2011, saranno dichiarati nulli. In pratica, i proprietari potranno chiedere agli inquilini di liberare l’abitazione, perché il contratto cadrà insieme alla norma di legge che lo prevedeva. In più, il proprietario avrà diritto a un’indennità per l’arricchimento senza causa.

Il motivo della bocciatura dei giudici della Corte risiede nel difetto di delega. La legge, 23/2011, si occupava di federalismo fiscale e non prevedeva le norme contro l’evasione degli affitti in nero. Il decreto, secondo la corte, non rispettava le intenzioni del parlamento.

Provando ad andare oltre l’interpretazione dei giudici, ci sembra che la sentenza della Corte più che penalizzare gli inquilini che decidono di perseguire un percorso legale (pagando le tasse), lasci un vuoto giuridico su una materia che potrebbe giocare un ruolo decisivo nella lotta contro l’evasione fiscale.

In una disciplina così poco regolamentata ed estremamente suscettibile all’andamento del mercato, ci dobbiamo augurare che, in primis, siano gli stessi individui (affittuario e locatore) a voler perseguire la via della legalità, in attesa che chi di dovere garantisca una corretta normativa.

Nel frattempo, ti diamo la possibilità di cercare la tua casa ideale sul sito di Porta Portese, dove potrai trovare annunci di locali, terreni, ville e appartamenti in affitto. Le migliori offerte le trovi solo qui, questo te lo garantiamo noi.

Potrebbero interessarti anche:
Annunci strani di PortaPortese: gli inediti 2!
annunci porta portese
Annunci strani di Porta Portese: ecco gli inediti!
Questo è Halloween
Il giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura sarà aperto tutto l'anno
Il Giardino dell’Istituto Giapponese di Cultura