Home | News | 3 luoghi a Roma da visitare a Pasquetta

3 luoghi a Roma da visitare a Pasquetta

Pasqua… pensi che basterà un giorno per farti mettere su almeno un paio di chili di troppo? Non è una tragedia, le feste sono fatte per rilassarci e goderci qualche buon piatto senza pensieri! L’importante è rientrare presto nel tuo peso forma. Come? Per esempio facendo una bella passeggiata e visitando uno di questi luoghi a Roma, appartati, lontano dai grandi flussi di visitatori, ma ricchi di fascino e suggestione.

Le catacombe di San Callisto

Le catacombe di San Callisto sono le più grandi e importanti di Roma.

In origine erano luoghi per le sepolture, mentre in seguito sono diventate meta di pellegrinaggio per i primi cristiani perseguitati nell’impero romano. In queste catacombe trovarono sepoltura un numero imprecisato di martiri, 16 pontefici e tantissima gente comune.

Si snodano sotto il suolo di Roma (secondo la tradizione si prolungherebbero per altri 200 km nel Lazio!), lungo l’Appia antica, in un dedalo di cunicoli dall’aspetto davvero spaventoso. Sono un luogo immerso nella Storia, circondato da un’atmosfera magica, unica e preziosa.

Cripta dei cappuccini

Maria della Concezione si trova su Via Veneto, non lontana da Piazza Barberini. All’apparenza una delle tante splendide chiese barocche della capitale, ma al suo interno cela un segreto: la cripta dei Cappuccini.

Le cappelle sono decorate dai resti di 4.000 frati cappuccini morti tra il 1528 e il 1870: lungo il corridoio si trovano alcuni corpi mummificati che indossano il saio, ma la vera chicca sono le innumerevoli ossa (dei bacini, dei teschi, delle tibie, dei femori, ecc…) usate per realizzare un mosaico celebrativo della morte.

Nella cripta, i macabri decori di gusto rococò, formano rosoni, lesene, stelle, fiori, festoni e persino lampadari e un orologio, rendendolo un monumento funebre unico al mondo.

La Città Mondiale

Chi crede nel bello e nelle utopie sarà felice di visitare Villa Hélène, in via Pasquale Stanislao Mancini, elegante palazzina costruita dallo scultore e pittore norvegese Hendrik Christian Andersen nel 1922. Chi era costui? Un idealista del secolo scorso, la cui filosofia si basava sull’idea che il progresso e l’arte potessero affrancare l’umanità da ogni bruttezza e meschinità. Dedicò tutta la vita a elaborare il progetto della “Città Mondiale”, destinata a diventare la sede internazionale di un perenne laboratorio di idee nel campo delle arti, delle scienze, della filosofia e della cultura fisica.

Potrebbero interessarti anche:
sagre nel lazio ad agosto
Un agosto a tutto sagre!
Gli immancabili da mettere in borsa!
Gli immancabili da avere nella borsa da spiaggia
Parco Acquatico Zoomarine
Parchi acquatici di Roma
Barca a vela e bicicletta
Top dell’estate 2015? Barca a vela & bicicletta!
  • Lillo

    se piove ok.. Ma se dovesse uscire una bella giornata di sole… Magari un’altra volta

    • eprdigitale

      Bene! Il meteo promette bel tempo per lunedì, ma questo itinerario può essere perfetto anche come intermezzo tra una passeggiata e l’altra :)